Perchè Recenzo?

Perché è l’unica vetrina gratuita per qualunque professionista o esercente nei settori in cui l’aspetto fiduciario è fondamentale, e perché...
 
. è l’unico sito che permette di sorvegliare la propria reputazione sul mercato e mantenerne il controllo, imponendo la correttezza formale delle recensioni ed agevolando l’eventuale contraddittorio;
 
. è l’unico sito per chiunque voglia condividere con il prossimo le sue esperienze, ma anche opinioni, valutazioni e suggerimenti, relative a professionisti e artigiani, ma anche imprese, cliniche o negozi e qualunque servizio che necessiti di un rapporto di fiducia importante.
 
Perché l’abbiamo creato?
 
Perché siamo convinti della naturale socialità dell'uomo, del suo istinto ad informare il prossimo delle proprie esperienze.
 
E siamo convinti che, ottimizzatolo secondo i suggerimenti spontanei degli utenti, si svilupperà da solo, come wikipedia, facebook, anzi ancor più facilmente.
 
Perché non temere le recensioni?
 
Per l’esercente. Perché la recensione sarà comunque filtrata da commenti personali, da linguaggio inappropriato, dall’equivoco tra dato di fatto ed opinione. Per questo, se non condivisa, potrà evolvere fino a diventarlo, attraverso chiarimenti o magari azioni riparatorie. A questo serve la predisposizione al contraddittorio. È prassi normale negli USA, quindi lo diverrà anche qui prima o poi.
 
Per il recensore. Perché il rischio di denunce per diffamazione è semplicemente nullo se si seguono le semplici regole che si è obbligati a rileggere tutte le volte che si redige una recensione. I filtri linguaggio e la struttura della recensione che separa i dati di fatto dall’opinione e dalla votazione evitano poi ogni errore. Anche la possibilità di allegare documentazione è utile a superare incomprensioni.
 
Perché è differente da altri siti con recensioni?
 
Perché è organizzato in modo da facilitare al massimo la ricerca, per filtri o per parole chiave che ogni operatore può inserire liberamentem e con diversi criteri di ordinamento dei risultati.
 
Perché è dotato di un sistema automatico di identificazione di autorecensioni, recensioni di colleghi e seriali, e perché la evidenza indelebile delle scorrettezze è un deterrente fortissimo.
 
Perché permette il contraddittorio tra recensore e recensito, ed addirittura la novità della conciliazione pubblica (cioè il quinto intervento che è pubblicato solo se approvato da ambedue).
 
Perché aiuta sia il recensore, che l’esercente, che chi cerca un servizio: filtrando gli interventi sconvenienti, strutturando formalmente i testi, informando dei rischi i recensori, permettendo di contattare i recensori (se consenzienti) per approfondimenti… e quant'altro verrà suggerito.
 
Perché vuole essere un luogo di scambio di esperienze fatto e costruito da chi lo utilizza. Come? inserendovi personalmente gli operatori che desidererà recensire, proponendo settori nuovi, nuove funzioni e miglioramenti.
 
Ma perché recensire?
Perché l'uomo è generoso ed ama il suo prossimo (Sant'Agostino, 400 d.c.)
Perché l'uomo è un animale sociale (Aristotele di Stagira, 350 a.c.) 
Perché il mercato è luogo di libero scambio (Adam Smith, 1765)
Perché meglio non fidarsi (San Tommaso, 33 d.c.)
Perché quando ce vo' ce vo' (Anonimo,….?)